1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 
 

BIONUTS

Nuove tecniche ecocompatibili per la gestione di fruttiferi strategici per la salvaguardia del territorio rurale

D.M. 22755 del 19 novembre 2009

Finanziamento complessivo: Euro 360.000,00


SOGGETTO PROPONENTE

CRA U18- Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta
Indirizzo: Via Torrino, 3 -81100 Caserta
Tel.:0823256201, Fax:0823493381, e-mail: frc@entecra.it 

COORDINATORE DEL PROGETTO

Dott. Marco Scortichini
CRA U18- Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta
Indirizzo: Via Torrino, 3 81100 Caserta
Tel.:0823256225 - Fax: 0823493381 e-mail: frc@entecra.it

 

PARTNER COINVOLTI

Unità Operativa N. 1
CRA-Unità di Ricerca per la Frutticoltura Caserta
Recapito legale e postale : Via Torrino , 3 - 81100 Caserta (CE)
Tel: 0823/256201    Fax 0823/465895 e-mail: frc@entecra.it
Dr. Marco Scortichini, direttore dell'Unità di Ricerca e coordinatore del Progetto
Tel 0823/256225  e-mail marco.scortichini@entecra.it
Dr.ssa Rita Parillo  Tel 0823/256237 e-mail rita.parillo@entecra.it
Dr.ssa Milena Petriccione Tel 0823/256237  e-mail milena.petriccione@entecra.it

Unità Operativa N. 2
Dipartimento di Scienze Animali, Vegetali e dell'Ambiente (DISAVA) - Università degli Studi del Molise (DSAVA -  CB)
Recapito legale e postale: Via De Sanctis s.n. 86100 Campobasso (CB)
Tel.: 0874/404844  Fax 0874/404855
Prof. Giuseppe Rotundo, Direttore DISAVA e Responsabile scientifico U.O. di Campobasso,
Via De Sanctis 86100 Campobasso (CB)
Tel. 0874/404844;  Fax 0874/404855   e-mail: rotundo@unimol.it
Dr. Giacinto Salvatore Germinara, ricercatore
Dr.ssa Giada D'Errico, dottoranda di ricerca
Sig. Fiore Carpenito, Segretario ammonistrativo Dip. SAVA
Tel. 0874/404843 Fax 0874/404855
Via De Sanctis 86100 Campobasso (CB)

Unità operativa N. 3
Dipartimento di Scienze della Vita, Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali - Seconda Università degli Studi di Napoli  
Recapito legale e postale: Via Vivaldi 43-81100caserta (CE)
Tel. 0823/274561 Fax 0823/274571
Prof. Giovanni Aliotta, Professore ordinario
Tel. 0823/274561 Fax 0823/274571  e-mail  giovanni.aliotta@unina2.it
Dr. ssa  Claudia Ciniglia, Ricercatrice
Tel  0823/274571  e-mail claudia.ciniglia@unina2.it
Dr.ssa Clementina Sansone, Dottoranda di ricerca 

Unità operativa N.4
INEA-Sede Regionale dell'Umbria
Recapito legale  e postale: Borgo XX Giugno, 74, 06121 Perugia
Dott.ssa  Raffaella Pergamo
Tel: 0755856275  Fax: 07534051 e-mail pergamo@inea.it

 

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Il presente progetto mira a creare innovazioni utili ad accrescere la redditività dei noceti e dei noccioleti nel rispetto delle norme vigenti della coltivazione biologica e con criteri più strettamente ecocompatibili. Tali specie sono strategiche per la salvaguardia del territorio e del paesaggio campano estendendosi per migliaia di ettari e costituendo uno degli elementi che più caratterizzano gran parte delle province di Napoli, Caserta, Avellino, Benevento e Salerno ove rappresentano la prima risorsa. In molti casi tali colture sono presenti in aree caratterizzate da scarsa piovosità  estiva ed elevata evapotraspirazione, ove tecniche di aridocoltura tese all'accumulo e conservazione dell'acqua nel terreno e al controllo delle erbe infestanti sono essenzialmente ancora affidate alle lavorazioni meccaniche.
Le innovazioni sono di ordine agronomico e tecnologico: esse mirano a perseguire il benessere di chi opera nelle aree marginali creando minor impatto ambientale e migliorando la qualità del prodotto, introducendo tecniche alternative alla lavorazione meccanica, al controllo chimico delle infestanti e ai trattamenti convenzionali per il contenimento di importanti patologie.

In particolare si articolano nei seguenti temi:
- Metodi innovativi di difesa per il controllo ecocompatibile di Cydia pomonella (L.) (Lepidoptera, Tortricidae) in noceti dell'Italia centro-meridionale.

- Valutazione dell'effetto allelopatico delle foglie e malli di noce per il controllo delle erbe infestanti dei noceti e noccioleti.

- Individuazione di  specie e miscugli più longevi e competitive per l'inerbimento del noceto e noccioleto. 

- Contenimento degli agenti patogeni fungini e batterici mediante composti di origine biologica.

- Valore aggiunto e validazione economica della coltivazione biologica di noce e nocciolo.

 

PIANO DI ATTIVITA'

Il progetto è articolato in 5 Work Package:
WP1: Metodi innovativi di difesa per il controllo ecocompatibile di Cydia pomonella (L.) (Lepidoptera, Tortricidae) in noceti dell'Italia centro-meridionale.
In un ambiente di coltivazione del noce dell'Italia centro-meridionale,  sulla base delle informazioni fornite dall'U.O. per la Frutticoltura di Caserta che da anni mantiene stretti rapporti con varie aziende dedite alla coltura, si individueranno le cultivar italiane e straniere maggiormente presenti ed alcune aziende rappresentative in cui effettuare la sperimentazione. Dalla fioritura fino alla raccolta, saranno effettuati campionamenti settimanali ripetuti per rilevare, distintamente per cultivar, la percentuale di infestazione dei frutti nei diversi stadi fenologici. Contemporaneamente ai campionamenti visivi, in ciascun impianto saranno dislocate trappole a pagoda con fondo collante, attivate con feromone sessuale e con cairomone (almeno 3 per ogni sostanza). Al fine di confrontare il potere di catture dei due attrattivi in presenza di piante ospiti diverse, il monitoraggio degli adulti di carpocapsa sarà contemporaneamente effettuato anche in meleti ubicati nelle vicinanze dei noceti utilizzati per la sperimentazione.
 
WP2: Valutazione dell'effetto allelopatico delle foglie e malli di noce per il controllo delle erbe infestanti dei noceti e noccioleti
Le prove sperimentali saranno condotte presso i campi sperimentali dell'Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta e i laboratori del Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università degli Studi della Seconda Università di Napoli. Inizialmente sarà valutata l'efficacia cito-genotossica in vitro nei confronti di plantule-target. Successivamente si procederà a valutare la loro efficacia in prove di campo. A tale scopo, nei frutteti specializzati saranno effettuate prove parcellari, da ripetere lungo i tre anni del progetto, al fine di valutare l'efficacia della pacciamatura con foglie e soprattutto con malli di noce (Juglans regia L.), considerati prodotti di scarto tossici per l'ambiente, quali erbicidi naturali nei frutteti. Le prove sperimentali che avranno fornito risultati statisticamente significativi, nel controllo della germinazione e crescita delle plantule di specie infestanti, saranno successivamente proposte per il controllo delle specie infestanti in frutteti specializzati.

WP3: Individuazione di  specie e  miscugli più longevi e competitive per l'inerbimento del noceto e noccioleto  
Le prove sull'individuazione di specie e miscugli longevi e competitivi per l'inerbimento del noceto e   noccioleto, saranno effettuate  sia in campo che in laboratorio presso i campi sperimentali e i laboratori dell'Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta e presso aziende private. Saranno individuate diverse specie erbacee adatte all'inerbimento (perenni, o poliannuali) queste saranno saggiate in campo da sole e in miscuglio. Verrà valutata la loro competitività nei confronti delle infestanti e la resistenza al calpestio.  Saranno eseguite analisi chimiche e fisiche del terreno, prima delle semine e dopo per valutare l'effetto dell'inerbimento (per ogni specie usata) sulla % di sostanza organica, azoto e sugli altri principali elementi minerali; sarà valutato inoltre l'effetto sulla struttura del terreno.

WP4: Contenimento degli agenti patogeni fungini e batterici mediante composti di origine biologica
Le prove sull'efficacia di composti di origine biologica (umati, estratti di piante, olii essenziali) saranno condotte presso i campi sperimentali e i laboratori dell'Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta. Tali composti saranno preventivamente valutati per la loro efficacia in vitro nei confronti degli agenti patogeni batterici. Successivamente si procederà a valutare la loro efficacia in prove di campo. A tale scopo, in aree dove sono già presenti le malattie precedentemente ricordate, verranno effettuate prove parcellari, da ripetere lungo i tre anni del progetto, al fine di valutare l'efficacia dei singoli prodotti. I prodotti che avranno mostrato un'efficacia statisticamente significativa nel controllo delle malattie saranno successivamente proposti a noceti e noccioleti biologici in produzione.


WP5: Valore aggiunto e validazione economica della coltivazione biologica di noce e nocciolo
L'U.O. dell'INEA di Perugia manterrà uno stretto rapporto di collaborazione con tutte le altre UU.OO. al fine di acquisire dati utili all'individuazione del valore aggiunto offerto dalle produzioni biologiche nonché per la determinazione ed individuazione dell'efficienza tecnico-economica ed ambientale delle aziende biologiche di coltivazione di noce e nocciolo.

 

AZIONI DI DIVULGAZIONE

CONTATTI

Dott. Marco Scortichini
CRA U18- Unità di Ricerca per la Frutticoltura di Caserta
Indirizzo: Via Torrino, 3 81100 Caserta
Tel.:0823256225 - Fax: 0823493381 e-mail: frc@entecra.it