1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Suini - Qualità

Progetto di fattibilità suino leggero-intermedio

La filiera suinicola nazionale soffre per le conseguenze di una scarsa diversificazione dell'offerta e presenta una forte dipendenza dall'estero per coprire la domanda di prodotto per il consumo di carne fresca e di tagli destinati alle produzioni industriali. Inoltre, in considerazione delle forti oscillazioni nel prezzo del suino e della concorrenza del prodotto estero, si determina una costante difficoltà a remunerare pienamente i costi di produzione.

Il Tavolo di filiera zootecnico ha chiesto uno studio finalizzato a valutare la possibilità di sviluppo, a livello nazionale, di una categoria di suini alternativa al "pesante": il suino leggero-intermedio. Tra gli interventi per il settore zootecnico è stata quindi prevista una specifica azione per il settore suinicolo, affidata all'Ismea, che prevede la realizzazione di un progetto di fattibilità per un suino leggero-intermedio italiano. Il progetto è stato discusso nell'ambito del Gruppo di lavoro ristretto costituito all'interno del Tavolo di filiera.

 

Gli output prodotti

  1. Report - Studio di fattibilità del suino intermedio
  2. Analisi dello spazio di mercato
  3. Analisi dei costi e modello ottimale di produzione
  4. Interviste a testimoni privilegiati della GDO e dell'industria di trasformazione
  5. Dimensionamento della filiera e ipotesi di pricing
 

Report - Studio di fattibilità del suino intermedio in Italia

Ipotesi, condizioni e possibilità di successo dello sviluppo di una filiera ad hoc

Lo studio, svolto nell'ottica di una possibile convivenza e integrazione con la filiera del suino pesante, ha seguito un approccio operativo teso a fornire elementi qualitativi e quantitativi propedeutici alla valutazione dell'effettiva opportunità di realizzare l'allevamento del suino intermedio in Italia dove, sovente, tale alternativa è stata evocata come strategia alternativa specie nei momenti di crisi più profonda del settore suinicolo.

 
 
 

Analisi dello spazio di mercato

La prima attività svolta per lo studio di fattibilità è stata la realizzazione di indagini sul campo per la valutare lo spazio di mercato per un suino leggero-intermedio di produzione nazionale. A questo scopo sono state effettuate un'indagine presso i consumatori finali e un'analisi di tipo quali-quantitativo sull'assortimento delle varie tipologie di carni presso la GDO (cosiddetto "store-check").
L'indagine ai consumatori è stata realizzata attraverso:
- 3 Focus Group con responsabili di acquisto, consumatori di carne suina; 
- un'indagine CAWI (computer assisted web interviewing) su un campione rappresentativo di consumatori di carni suine e bovine (circa 1.000 famiglie).
Per l'analisi dell'assortimento sono stati elaborati i risultati di uno store check effettuato da SG Marketing nel 2011 all'interno di 40 punti di vendita della GDO, dislocati sull'intero territorio nazionale.

 
 

Analisi dei costi e modello ottimale di produzione

Nell'ambito dello studio di fattibilità del suino leggero-intermedio l'Ismea ha provveduto a realizzare un'analisi dei modelli di produzione e dei relativi costi per l'allevamento del suino leggero. Tale analisi - indispensabile in considerazione della scarsa esperienza italiana su questo segmento produttivo e della forte pressione competitiva esercitata sul mercato domestico da parte delle importazioni di carni suine - ha riguardato: i modelli di produzione nella fase di allevamento e i relativi costi per il suino leggero; la struttura dei costi attuale e potenzialmente raggiungibile per la macellazione del suino leggero.
I risultati sono stati discussi nell'ambito del Gruppo di lavoro "Progetto di fattibilità per un suino leggero-intermedio italiano". Di seguito è possibile scaricare il Rapporto sull'analisi dei costi e le slide presentate al Gruppo di lavoro a novembre 2013.

 
 

Interviste a testimoni privilegiati della GDO e dell'industria di trasformazione

Per completare l'analisi dello spazio di mercato sono state realizzate 10 interviste con figure chiave della fase B2B, acquirenti della GDO e responsabili di grande industrie della trasformazione suinicola.
I risultati sono stati discussi nell'ambito del Gruppo di lavoro "Progetto di fattibilità per un suino leggero-intermedio italiano" il 15 dicembre 2014. Di seguito è possibile scaricare le slide presentate al Gruppo di lavoro.

 
 

Dimensionamento della filiera e ipotesi di pricing

La fase centrale per la conclusione di studio di fattibilità è rappresentata dalle simulazioni relative al posizionamento di mercato del prodotto suino intermedio italiano, in confronto al suino pesante e al suino leggero estero, e ai relativi prezzi e margini lungo la filiera.
Le elaborazioni sono stati discusse nell'ambito del Gruppo di lavoro "Progetto di fattibilità per un suino leggero-intermedio italiano" il 15 dicembre 2014. Di seguito è possibile scaricare le slide presentate al Gruppo di lavoro.