1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

"Progetto per lo sviluppo del Mezzogiorno - Delibera CIPE"

 

MEDI. URBAN.

Piante mediterranee per l'arredo urbano: aspetti tecnici e applicativi (prosecuzione PRO.FLO.MER)
Approvato con D.M. 28372/7303/2009 del 2/12/2009 e D.M. 2472/7303/2011 del 2/02/2011

Importo totale € 505.000,00, pari al 100% della spesa ammessa


SOGGETTO PROPONENTE

CRA SFM Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura Unita' di Ricerca per il Recupero e la Valorizzazione delle Specie Floricole Mediterranee

 

COORDINATORE DEL PROGETTO

Dr. Giovanvito Zizzo - CRA SFM Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura Unita' di Ricerca per il Recupero e la Valorizzazione delle Specie Floricole Mediterranee

 

PARTNER COINVOLTI

CRA SFM Unita' di ricerca per il recupero e la valorizzazione delle Specie Floricole Mediterranee
CRA RPS Centro di ricerca per le Relazioni Pianta Suolo
CRA ACM Centro di ricerca per l'Agrumicoltura e le Colture Mediterranee
CRA SFM Unita' di ricerca per il recupero e la valorizzazione delle Specie Floricole Mediterranee 

 

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

L'inserimento del verde ornamentale negli spazi urbani è attività complessa che non sempre è oggetto di adeguate indagini sperimentali. La scelta della specie rappresenta uno dei punti nodali della progettazione, dalla quale dipende la possibilità di realizzare un arredo non solo attraente dal punto di vista estetico ma anche in grado di resistere nel tempo. In tale contesto assume rilevanza la possibilità di utilizzare specie mediterranee resistenti all'aridità, alla salinità, all'inquinamento, facilmente propagabili e che necessitano anche di limitati interventi di potatura e concimazione. Per potere operare occorrono conoscenze approfondite sia sulle caratteristiche pedologiche e climatiche dell'ambiente in cui si opera che sulle "prestazioni morfo-funzionali" delle piante. Le informazioni necessarie riferite alle specie dell'areale mediterraneo sono, attualmente, molto lacunose in quanto, nello sviluppo del settore floricolo e vivaistico dell'ultimo cinquantennio, sono state privilegiate quelle piante le cui caratteristiche richiamassero gli ambienti tropicali e le flore esotiche.

Valutati i risultati ottenuti dal precedente progetto PRO.FLO.MER. e, considerando i nuovi trend di mercato e di interresse di settore, il progetto  MEDI. URBAN. si propone di perfezionare e definire alcune ricerche, di collaudare alcuni nuovi prodotti ornamentali, nonchè di effettuare nuove prove sperimentali. Nell'arco di un anno, tali attività potranno offrire una risoluzione a persistenti debolezze del settore florovivaistico: carenza di protocolli di propagazione di specie mediterranee, scarsa conoscenza della risposta ad alcuni stress ambientali e della risposta agli apporti nutrizionali di alcune piante in ambito urbano, limitata applicazione di protocolli di lotta e di controllo con sostanze di origine naturale, scarsità di dati sul comportamento delle piante in ambienti con forte presenza di inquinanti (rotatorie stradali, aiuole urbane, ecc.).
Il progetto MEDI.URBAN è articolato nelle seguenti Linee di ricerca:
Linea 1: Valorizzazione e collaudo di nuovo germoplasma adatto all'ambiente urbano
Linea 2: Qualità del materiale di moltiplicazione ed efficienza del sistema propagativo
Linea 3: Aspetti della nutrizione della piante in ambiente urbano.
Linea 4: Monitoraggio fitopatologico e difesa delle colture.

 

OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

L'obiettivo generale del progetto è quello di individuare e proporre una gamma di specie tappezzanti ed arbustive idonee ad essere utilizzate per l'arredo di spazi verdi in città mediterranee, adatte ad accrescersi in condizioni difficili per stress biotici e abiotici e con bassi livelli di manutenzione, corredate dai rispettivi protocolli di propagazione, di coltivazione e gestione.
I risultati attesi sono:
- Collaudo di specie mediterranee, ibridi e selezioni studiate in ambito PRO.FLO.MER. mediante individuazione delle caratteristiche tecnico-funzionali in specie tappezzanti e arbustive mediterranee.
- Definizione di protocolli di propagazione (in vivo e in vitro) e colturali delle specie considerate.
- Incremento delle conoscenze sulle esigenze ambientali e fisiologico-nutrizionali di piante copri suolo e arbustive in climi mediterranei.
- Messa a punto di un protocollo di somministrazione di macro e micro elementi per via fogliare su piante ornamentali in ambiente urbano.
- Definizione di indicazioni per lo sviluppo di protocolli per l'utilizzazione di sostanze di origine vegetale e minerale (oli essenziali, estratti, bicarbonati, ecc.) e di microrganismi (rizobatteri) per la difesa integrata e/o biologica.

 

RISULTATI RAGGIUNTI

Le attività di progetto si sono concluse il 31/12/2011. I risultati raggiunti sono riferibili a :
- Collaudo di specie mediterranee, ibridi e selezioni di piante tappezzanti studiate in ambito PRO.FLO.MER., mediante individuazione delle caratteristiche tecnico-funzionali: Asteriscus maritimum; Capparis spp.; Helicrisum spp.; Limonium spp. Rosa spp., Rosmarinus officinalis var. prostratus e valutazione agronomica ed ornamentale delle arbustive Spartium junceum, Hibiscus, Citrus spp.
 - Definizione di protocolli di propagazione (in vivo e in vitro) di: Ginestre, Ephedra, Rosa spp., lentisco.
- Incremento delle conoscenze sulle esigenze ambientali e fisiologico-nutrizionali di Helicrisum spp.; Hibiscus, Rosmarinus officinalis var. prostratus in climi mediterranei.
- Messa a punto di un protocollo di somministrazione di macro e micro elementi per via fogliare su piante ornamentali in ambiente urbano (Helicrisum spp.; Hibiscus, Rosmarinus officinalis var. prostratus).
- Definizione di indicazioni per lo sviluppo di protocolli per l'utilizzazione di sostanze di origine vegetale e minerale (bicarbonato di potassio, metabisolfito di potassio) e diversi componenti degli oli essenziali (carvacrolo, eugenolo, anisolo, linalolo) su patogeni fungini ad attività prevalentemente terricola (Fusarium spp., Phythophtora spp, Verticillum spp e Phoma tracheiphila) e su altri funghi ubiquitari molto frequenti (B.cinerea, R.solani).

 

AZIONI DI DIVULGAZIONE

Pubblicazioni:
Recupero S., Russo G., Reforgiato Recupero G., Pietro Paolo D., Caldarera F., 2011. Nuovi ibridi produttivi per il vivaismo agrumicolo ornamentale dal miglioramento genetico. Riv. Di Frutticoltura e Ortofloricoltura,1/2:58-61
Salamone A., Lazzara S., Verdeguer M., Boira H., Blázquez M.A. (2011). Antifungal and herbicidal activity of Rosmarinus officinalis L. and Pelargonium odoratissimum (L.) L'Hér. essential oils. Modern Fungicides and Antifungal Compounds VI, DPG Spectrum Phytomedizin, 438 pp, 347:354. ISBN: 978-3-941261-10-5.
Salamone A., Rizza C., Lazzara S. (2011). Natural substances in pest management. Proceeding of Bits 1st Annual World Congress of Microbes, 30 luglio-1 agosto, Beijing, Cina, pag. 289.
Presentazioni a convegni:
Salamone A., Lazzara S., Verdeguer M., Boira H., Blàzquez M. A., 2010 "Antifungal and herbicidal activity of Rosmarinus officinalis L. and Pelargonium odoratissimum (L. ) L'Herb. essential oils" 16th Reinhardsbrunn Symposium "Modern fungicides and antifungal compounds", Aprile 25-29, Friedrichroda, Germany.
Incontro tecnico "VERDE URBANO A BASSA MANUTENZIONE. Esperienze di un Partenariato nella Citta' di Bagheria" , svolto a Bagheria (PA) presso la Sala convegni Palazzo Aragona Cutò il 28 giugno 2012.

CONTATTI

Dr. Giovanvito Zizzo - CRA SFM Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura Unita' di Ricerca per il Recupero e la Valorizzazione delle Specie Floricole Mediterranee, Bagheria (PA)