1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Bando D.M. prt. n. 186 del 01 agosto 2007
G.U. n. 208 del 07/09/2007

 


Bougainvillea

Tecnologie di filiera per il controllo della tolleranza a stress idrico in Bougainvillea
Approvato com D.M. 11053/7643/09 del 07/05/2009

Importo totale € 433.600 - Contributo concesso € 216.800 pari al 99% della spesa ammessa.


SOGGETTO PROPONENTE

Dipartimento di Ingegneria Agraria e Agronomia del Territorio - Università degli Studi di Napoli Federico II

 

COORDINATORE DEL PROGETTO

Prof.ssa Stefania De Pascale - DIAAT Dipartimento di Ingegneria Agraria e Agronomia del Territorio, Università di Napoli Federico II

 

PARTNER COINVOLTI

Università di Napoli: Cattedra di Floricoltura del Dipartimento di Ingegneria Agraria ed Agronomia del Territorio dell'Università di Napoli Federico II (Coordinatore e Responsabile di UO Prof. Stefania De Pascale);
Centro di Ricerca per lo studio delle Relazioni tra Pianta e Suolo del CRA - Roma (Responsabile di UO Dott. Elvira Rea);
Università della Tuscia: Cattedra di Floricoltura del Dipartimento di Geologia e Ingegneria Meccanica, Naturalistica e Idraulica per il Territorio dell'Università della Tuscia (Responsabile di UO Dott. Giuseppe Colla);
Azienda Vivai Torsanlorenzo, capofila del progetto presso cui si svolgeranno parte delle attività nonché i programmi di trasferimento dei risultati e di formazione (Responsabile di UO Dott. Elisabetta Margheriti).

 

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Stato dell'arte: Uno dei principali problemi che possono compromettere la qualità post-produzione di piante in vaso di Bougainvillea è rappresentato dallo stress idrico che può verificarsi durante i lunghi periodi di trasporto e conservazione. Diverse varietà di Bougainvillea possono, tuttavia, manifestare soglie di tolleranza e tipologie di risposta a stress idrico differenti. Per ridurre l'insorgenza di tale stress, il substrato di crescita dovrebbe possedere proprietà chimico-fisiche e capacità di ritenzione idrica idonee e stabili nel tempo. L'utilizzo di inoculi micorrizzici, opportunamente selezionati, potrebbe contribuire a migliorare la capacità di utilizzazione delle risorse idriche radicale anche in condizioni di carenza (es. durante il trasporto). Il controllo del regime irriguo in vivaio è un altro punto critico. In molte specie, infatti, l'esposizione controllata a stress idrici moderati induce un pre-adattamento allo stress detto "indurimento" o hardening. Negli ultimi anni, inoltre, prodotti contenenti osmoprotectants (osmoprotettori o soluti compatibili) e formulati antitraspiranti sono stati sperimentati su specie erbacee e arbustive allo scopo di migliorare il bilancio idrico e aumentare la tolleranza delle piante a stress idrico. Appare quindi evidente che la selezione delle varietà e l'oculata gestione del processo di produzione e post-produzione svolgono un ruolo estremamente importante nel definire le performance ornamentali e la durata di Bouganvillea in relazione agli stress idrici che possono manifestarsi lungo la filiera nell'ambiente tipico di produzione.
Obiettivi + risultati attesi: La ricerca è finalizzata alla selezione e caratterizzazione di varietà di Bougainvillea tolleranti allo stress idrico e alla definizione di tecniche colturali che possano migliorare la capacità delle piante in vaso di mantenere elevati livelli qualitativi durante la fase di post-produzione e trasporto. Lo studio sarà pertanto rivolto alla selezione su territorio nazionale di varietà di Bougainvillea tolleranti allo stress idrico e alla definizione di tecniche colturali in grado di ridurre l'insorgenza di fenomeni di stress responsabili della perdita di qualità del prodotto durante la fase di post- produzione. Gli interventi proposti si basano sull'adozione di prodotti in grado di potenziare alcune delle funzioni fisiologiche delle piante responsabili del controllo dello stato di idratazione dei tessuti (osmoprotectants e antitraspiranti) o dell'assorbimento radicale (micorrizazione) o sull'adozione di formulati innovativi per migliorare la capacità di ritenzione idrica dei substrati utilizzati.

 

STATO DI AVANZAMENTO

Durante la prima fase del progetto, l'attività è stata indirizzata allo studio del processo produttivo aziendale, alla caratterizzazione delle varietà di Bougainvillea già disponibili presso i Vivai Torsanlorenzo attraverso parametri morfofisiologici e ornamentali e al reperimento di nuove varietà di Bougainvillea. Piante di alcune varietà selezionate di Bougainvillea, sono state sottoposte a livelli crescenti di stress idrico per valutarne la tolleranza in risposta. Successivamente sarà valutato l'effetto di trattamenti con osmoprotectants e formulati antitraspiranti sulla rispsota delle piante a stress idrico. Inoltre, è stata effettuata la micorrizazione degli apparati radicali mediante inoculi commerciali e lo studio dell'influenza dell'aggiunta di dosi crescenti di diverse tipologie di polimeri idrofili sulla capacità di ritenzione idrica del substrato comunemente utilizzato in azienda per la coltivazione in vaso di Bougainvillea.

 

AZIONI DI DIVULGAZIONE

Caputo R., De Pascale S. 2011. Progetto MiPAF "Tecnologie di filiera per il controllo della tolleranza a stress idrico in Bougainvillea". Colture Protette, n. 7/8: 100-103.
Caputo R., De Pascale S. 2010. Tecnologie di filiera per il controllo della tolleranza a stress idrico in "Bouganvillea". Abstract (poster) Giornate Scientifiche Polo, 25-26 novembre 2010.
Schede di classificazione delle varietà di Bougainvillea collezionate presso l'Azienda Vivai Torsanlorenzo.

CONTATTI

Prof. Stefania De Pascale -DIAAT Dipartimento di Ingegneria Agraria e Agronomia del Territorio Università di Napoli Federico II