Piani di Settore
 

Fiori e piante - Normativa sulla qualità

  1. Decreto Ministeriale 23 novembre 2010

    Recante criteri e modalità per la realizzazione di progetti o programmi per lo sviluppo e la valorizzazione della qualità e dell'innovazione di processo, nonché per la concessione dei relativi contributi concernenti la filiera del settore florovivaistico
    Pubblicazione Gazzetta Ufficiale  Serie Generale n.15 del 20-1-2011

     
  2. Piano del Settore Florovivaistico

    Ratificato nella seduta del 29 aprile 2010 della Conferenza Permanente tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano. Predisposto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con il supporto e le indicazioni del Tavolo florovivaistico composto dai rappresentanti delle Regioni, degli Enti di ricerca, dalle Organizzazioni professionali agricole, del mondo produttivo e da esperti del settore dei mercati, al fine del conseguimento di obiettivi prioritari e strategici per il settore

     
  3. Decreto Ministeriale 24 febbraio 2006, n. 121/TRA

    Istituzione del Tavolo di Filiera Florovivaistico

     
  4. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 novembre 2005, n. 3435

    Reca le disposizioni per la costituzione del Tavolo di Filiera Florovivaistico

     
  5. Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 agosto 2005

    Recante disposizioni per la costituzione dei Tavoli di filiera e la stipula delle intese
    Pubblicazione G.U.R.I. n. 212 del 12 Settembre 2005

     
  6. Regolamento 747/01/CE del Consiglio del 9 aprile 2001

    Definisce le modalità di gestione dei contingenti tariffari e dei quantitativi di riferimento comunitari. Inoltre, regola l'entrata dei contingenti di alcune produzioni (in particolare rose a fiore grande e a fiore piccolo e garofani)

     
  7. Regolamento 2796/00/CE della Commissione del 20 dicembre 2000

    Recante norme per estendere a "Fiori e piante ornamentali" la possibilità di registrare le indicazioni geografiche protette e le denominazioni d'origine contemplate dal Regolamento 2081/92/CEE del Consiglio del 14 luglio 1992

     
  8. Decreto Ministeriale 9 agosto 2000, n. 33043

    Recepimento delle Direttive della Commissione 99/66/CE, 99/67/CE,  99/68/CE e 99/69/CE del 28 giugno 1999, relative alle norme tecniche sulla commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali, in applicazione del Decreto Legislativo 19 maggio 2000, n°151

     
  9. Decreto Legislativo del 19 maggio 2000, n. 151

    Attuazione della Direttiva 1998/56/CE del Consiglio del 20 luglio 1998 relativa alla commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali

     
  10. Direttiva 2000/29/CE del Consiglio dell'8 maggio 2000

    Concernente le misure di protezione contro l'introduzione nella Comunità di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali e contro la loro diffusione nella Comunità

     
  11. Direttiva 1999/68/CE della Commissione del 28 giugno 1999

    Recante disposizioni di applicazione supplementari riguardanti gli elenchi delle varietà di piante ornamentali tenuti dai fornitori a norma della Direttiva 1998/56/CE del Consiglio del 20 luglio 1998

     
  12. Regolamento 803/98/CE della Commissione del 16 aprile 1998

    Modalità di applicazione del Regolamento 2275/1996/CE del Consiglio del 22 novembre 1996, che istituisce delle misure specifiche nel settore delle piante vive e dei prodotti della floricoltura per il 1998

     
  13. Decreto Ministeriale 25 novembre 1997

    Recepisce le Direttive della Commissione n. 93/49/CEE del 23 giugno 1993, n. 93/63/CEE del 5 luglio 1993 e n. 93/78/CEE del 21 settembre 1993, relative alle norme tecniche sulla commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali e delle piante ornamentali
    Pubblicazione Gazzetta Ufficiale  Serie Generale n.284 del 5-12-1997 - Suppl. Ordinario n. 242

     
  14. Regolamento 832/97/CE della Commissione del 7 maggio 1997

    Recante modalità di applicazione del Regolamento 2275/96/CE del Consiglio del 22 novembre 1996, che istituisce delle misure specifiche nel settore delle piante vive e dei prodotti della floricoltura

     
  15. Decreto Ministeriale 14 aprile 1997

    Recepimento delle Direttive della Commissione 93/49/CEE del 23 giugno 1993, 93/63/CEE del 5 luglio 1993 e 93/78/CEE del 21 settembre 1993, relative alle norme tecniche sulla commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali, appartenenti ai generi, alle specie o agli ibridi elencati nell'allegato I
    Pubblicazione Gazz. Uff. 2 giugno 1997, n. 126, S.O

     
  16. Regolamento 2275/96/CE del Consiglio del 22 novembre 1996

    Recante misure specifiche nel settore delle piante vive e dei prodotti della floricoltura

     
  17. Regolamento 801/71/CEE della Commissione del 19 aprile 1971

    Regolamento che autorizza gli Stati membri ad adottare misure di deroga a taluni criteri delle norme di qualità applicabili all'esportazione di fiori recisi freschi verso i Paesi terzi

     
  18. Regolamento 537/70/CEE della Commissione del 23 marzo 1970

    Regolamento della Commissione che autorizza gli Stati membri ad adottare misure di deroga a taluni criteri delle norme di qualità applicabili alle esportazioni verso i paesi terzi dei bulbi, tuberi e rizomi da fiore

     
  19. Legge 2 aprile 1968, n. 451

    Restituzione dell'I.G.E. alla esportazione dei fiori e piante ornamentali

     
  20. Regolamento 316/68/CEE del Consiglio del 12 marzo 1968

    Regolamento del Consiglio relativo alla determinazione di norme di qualità per i fiori recisi freschi e il fogliame fresco

     
  21. Regolamento 315/68/CEE del Consiglio del 12 marzo 1968

    Relativo alla determinazione di norme di qualità per i bulbi, i tuberi e i rizomi da fiore

     
  22. Regolamento 234/68/CEE del Consiglio del 27 febbraio 1968

    Relativo all'attuazione di un'organizzazione comune dei mercati nel settore delle piante vive e dei prodotti della floricoltura

     

Scegli l'argomento

 
 

Vai alla pagina della normativa di fiori e piante.
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito