1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Torna ai risultati della ricerca

Castello di Zocco

Accessione: -
Centro di Moltiplicazione:
Provvedimento di iscrizione e data:
Termine di validità dell'iscrizione:
Indicazione di privativa o marchio protetto:
Costitutore:
Destinazione Produttiva: Cultivar da olio

Zone di produzione

Umbria: Perugia

 

Caratteristiche Biologiche ed Agronomiche

Areale di diffusione/reperimento: zona litoranea meridionale del lago Trasimeno, isola Polvese e colline nel comune di Corciano.

Presenza nella zona di massima diffusione: poche piante concentrate in una limitata superficie di oliveto adiacente il castello di Zocco. Piante secolari in oliveti storici.

Produzione di frutti: media e alternante
Incidenza ed insorgenza della cascola naturale: media e medio-tardiva
Sensibilità particolari: occhio di pavone, mosca
Tolleranze principali: freddo

Caratteri Morfologici

-

Albero


Vigoria: Elevata
Portamento e densità: Assurgente e densa

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

-

Caratteristiche Chimico Fisiche

vedi bibliografia

Caratteristiche Organolettiche

Acidità, numero di perossidi, costanti spettrofotometriche, clorofille totali, alcoli alifatici e triterpenici non manisfestano variabilità con l'epoca di maturazione del frutto. Gli steroli totali, invece, incrementano fortemente. Tutti i parametri merceologici esaminati sono risultati costanti per tutte le annate e molto al di sotto dei limiti imposti dalla 2568/91.

La composizione acidica è caratterizzata da un basso contenuto in acido oleico (69% circa) cui corrispondono elevati contenuti di acido palmitico e linoleico. Di conseguenza, i principali rapporti tra acidi grassi si discostano alquanto dai valori ritenuti ideali, mentre una drastica diminuzione con la maturazione. L'andamento stagionale non modifica sostanzialmente la composizione in acidi grassi, mentre una maggiore influenza risulta esercitata sul patrimonio fenolico.

Profilo Sensoriale

Clicca qui per ingrandire

Clicca qui per ingrandire

 
La prima epoca di raccolta presenta oli migliori per la percezione di sensazioni erbacee, di carciofo e pomodoro, insieme ad una buona nota di amaro e pungente. Nella seconda epoca la sensazione di fieno prevale su quella di erbaceo e l'olio risulta molto più dolce. L'andamento stagionale induce una forte variabilità nell'intensità dei descrittori.

Note

Bibliografia

CARATTERISTICHE DEI FRUTTI E DELL’OLIO DI GERMOPLASMA OLIVICOLO IN UMBRIA - Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, Agenzia Regionale Umbra per lo Sviluppo e l’Innovazione in Agricoltura, Comunità Montana Spoleto

Torna ai risultati della ricerca