1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Torna ai risultati della ricerca

Trepp

Accessione: -
Centro di Moltiplicazione:
Provvedimento di iscrizione e data:
Termine di validità dell'iscrizione:
Indicazione di privativa o marchio protetto:
Costitutore:
Destinazione Produttiva: Cultivar da olio

Zone di produzione

Veneto

 

Caratteristiche Biologiche ed Agronomiche

Sinonimi: Drupp, Trep, Trepparol, Treppo, Treppa, Creppo, Drop, Drupp, Matteozza, Tombolet, Tombolot, Pertegara
Si è rivelato praticamente autoincompatibile; i migliori impollinatori nei suoi riguardi sono apparsi Rossanello, Negrin, Casaliva. A sua volta Trepp si è dimostrato buon impollinatore di Csaliva, Raza, Favarol, Less, Moraiolo, Leccino, Frantoio. Cultivar poco diffusa, sia per la modestissima resistenza alla rogna sia per la grande suscettibilità agli attacchi della carie.
E' risultata praticamente autoincompatibile e ben impollinata da Casaliva, Rossanello e Negrin. A sua volta si è dimostrata ottima impollinatrice di Casaliva, Favarol, Less, Moraiolo, Leccino, Frantoio.

Caratteri Morfologici

-

Albero


L'albero, dal portamento assurgente, ha medio o scarso vigore e presenta ramificazioni brevi ed esili, raramente pendule. I grossi rami e le branche hanno colore grigio scuro. I rami dell'anno presentano internodi brevi. La chioma appare nell'insieme di colore grigio-verde giallastro.

Foglia


Le foglie sono ellittiche o ellittico-lanceolate, piccole, cuoiose, di discreto spessore, leggermente tegenti, e con apice ottuso, che termina con un mucrone evidente e dritto. Il lembo ha margine lievemente crenato e la pagina superiore ha colore verde scuro intenso: in essa la nervatura principale, più chiara, è leggermente infossata nella metà prossimale: leggermente infossate appaiono ovunque le nervature secondarie. La pagina inferiore, di colore grigio giallastro, presenta un aspetto caratteristico per avere, oltre alla nervatura principale, rilevate anche le nervature secondarie. Sul ramo dell'anno le foglie, inserite con angolo acuto, hanno portamento simile a quello descritto per la cv Fort oblique, rivolte verso l'apice.
Lunghezza mm 45,63
Larghezza mm 10,46
RD= 4,36+-0,047

Infiorescenza


Le infiorescenze sono lunghe in media mm 32 e portano circa 15 fiori inseriti su peducoli relativamente brevi. L'aborto dell'ovario è risultato aggirarsi sul 25% e prevalente nelle mignole alla base del ramo e nei fiori alla base delle mignole.
La fioritura è abbastanza precoce, verificandosi subito dopo quella di Casaliva e Raza e prima di quella di Favarol.

Drupa


Le drupe sono grandi, ellissoidali, un pò appiattite da un lato: anche la calotta peduncolare risulta leggermente appiattita, mentre la calotta stilare appare conica e provvista di un umbone caratteristico, all'estremità del quale è evidente la cicatrice stilare. La cavità peduncolare è mediamente profonda o profonda, quasi cilindrica.
L'epicarpo è resistente e subito dopo l'invaiatura ha colore bruno violaceo con lenticelle molto evidenti: a maturità completa risulta nero, pruinoso, con lenticelle numerose, puntiformi, meno evidenti.
Peso e volume 100 drupe: gr 246,70 e cc 247,40. La polpa rappresenta circa l'83% dell'intera drupa.

Dati biometrici medi
Diametro polare mm 19,53 +- 0,0137
Diametro trasversale mm 15,03 +- 0,0292
RD= 1,33 +- 0,0068

Nocciolo


I noccioli sono di grandezza medio-piccola, ellissoidali, talora asimmetrici, con calotta peduncolare rastremata in un piccolo rostro acuto.
I fasci fibrovascolari sono poco evidenti e corrono solchi di solito leggerissimi. La superficie, di colore bruno chiaro, è rugosa e questo carattere si accentua nella calotta stilare. La linea valvare, leggermente infossata, si confonde coi fasci fibrovascolari.
Peso e volume 100 noccioli: gr 44,50 e cc 43,00

Dati biometrici medi
Diametro polare mm 14,25 +- 0,0821
Diametro trasversale mm 7,88 +- 0,0353
RD= 1,875 +- 0,011

Caratteristiche Chimico Fisiche

-

Caratteristiche Organolettiche

-

Note

Bibliografia

Scheda descrittiva fornita dalla Regione Veneto ai fini dell’iscrizione al Registro varietale dell’Olivo come da Decreto Legislativo 124 del 2010.

Contributo allo studio delle cultivar di olivo del Lago di Garda. Da Olivicoltura gardesana – Comunità del Garda – Officina Grafica Contardi Verona 1962

Torna ai risultati della ricerca