1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Torna ai risultati della ricerca

Borgiona

Accessione: 2
Centro di Moltiplicazione: CRA-PAV
Provvedimento di iscrizione e data: Approvato il 1 marzo 2007
Termine di validità dell'iscrizione: 1 marzo 2037
Indicazione di privativa o marchio protetto: OEU 0112
Costitutore: Isituto sperimentale per l'Olivicoltura di Spoleto
Destinazione Produttiva: Cultivar da olio

Zone di produzione

Umbria

 

Caratteristiche Biologiche ed Agronomiche

Area di diffusione: pendici collinari dell’Alta Valle del Tevere.
Sinonimi: Borsciona, Morcona

CARATTERISTICHE BIOLOGICHE ED AGRONOMICHE

È autofertile, ma si avvantaggia dell’impollinazione incrociata. Ha una fioritura leggermente anticipata rispetto al Moraiolo e, sostanzialmente, contemporanea a quella delle cultivar Frantoio e Leccino. Presenta un aborto dell’ovario medio-elevato (40% circa). Entra precocemente in fruttificazione e presenta una buona produttività, anche al di fuori del suo areale di coltivazione.
La sensibilità alle gelate invernali è molto bassa. La suscettibilità alla mosca è elevata, alla rogna è media ed all’occhio di pavone è bassa. L’attitudine rizogena delle talee è media.

Il periodo ottimale di raccolta, ai fini quantitativi della produzione, va da metà novembre ai primi di dicembre, quando gli indici di maturazione delle olive assumono i seguenti valori: cascola 2-5%; indice di pigmentazione 1,5-2,3; contenuto in olio 15-17%; consistenza della polpa 400-350 g/mm2. La quantità di olio “raccoglibile” rimane alta fino a metà dicembre, ma il verificarsi di gelate può determinare uno scadimento qualitativo del prodotto, anche in considerazione dell’elevato contenuto in acqua dei frutti.
Le caratteristiche compositive e sensoriali dell’olio, valutate alla fine di novembre, sono ad elevati livelli, per cui la varietà consente il contemporaneo conseguimento della massima produzione e di un’ottima qualità. La lavorabilità delle paste durante la spremitura, con il sistema di estrazione a pressione, è ottima.

Caratteri Morfologici

Le caratteristiche vegetative e produttive delle piante rendono la varietà adatta per impianti a densità maggiore di quella tradizionale, con distanze di piantagione da m 5x4 a m 6x5, con forma di allevamento a vaso, su cui effettuare la raccolta agevolata con pettini pneumatici o meccanica con scuotitori da tronco. L’elevata pezzatura dei frutti rende particolarmente facile la meccanizzazione della raccolta. Il portamento espanso della chioma e la limitata vigoria non la rendono adatta a forme di allevamento a sviluppo prevalentemente verticale come il monocono.
Considerata la buona produttività anche al di fuori del suo areale di coltivazione, l’ottima qualità dell’olio, l’elevata resistenza al freddo e la facilità di meccanizzazione della raccolta, la varietà può essere presa in considerazione nei nuovi impianti. Deve essere tenuta presente, però, la sua elevata sensibilità alla mosca.

Albero


• Vigoria: limitata
• Portamento della chioma: espanso
• Densità della chioma: mediamente densa

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

• Portamento: semipendulo
• Lunghezza (cm ± E.S.): media (23,73 ± 2,59)
• Lunghezza degli internodi (cm ± E.S.): media (2,10 ± 0,18)

Foglia

Foglia

Foglia

• Lunghezza (cm ± E.S.): media (5,21 ± 0,35)
• Larghezza (cm ± E.S.): media (1,31 ± 0,13)
• Forma: ellittica
• Superficie della lamina (cm2 ± E.S.): media (4,74 ± 0,31)
• Curvatura dell’asse longitudinale della lamina: piana, con margine talvolta irregolare
• Profilo della lamina fogliare: piatta
• Angolo apicale: molto aperto
• Angolo basale: aperto
• Posizione della larghezza massima: centrale
• Colore della pagina superiore: verde

Infiorescenza

Infiorescenza

Infiorescenza

• Struttura: rada
• Ramificazione: elevata
• Lunghezza totale (cm ± E.S.): lunga (4,08 ± 0,12)
• Lunghezza del pedun- colo (cm ± E.S.): media (1,24 ± 0,11)
• Larghezza massima (cm ± E.S.): larga (1,85 ± 0,14)
• Numero di fiori (n ± E.S.): basso (17,62 ± 1,82)

Drupa

Drupa

Drupa

Lunghezza (cm ± E.S.): lunga (2,20 ± 0,16)
• Diametro massimo (cm ± E.S.): largo (1,65 ± 0,12)
• Forma: ovoidale
• Peso 100 drupe (g ± E.S.): alto (343,01 ± 32,99)
• Simmetria: asimmetrico
• Posizione del diametro massimo: centrale
• Forma dell’apice: arrotondata, talvolta con piccolo umbone, con mucrone
• Forma della base: arrotondata, leggermente sellata e obliqua
• Cavità peduncolare: tendenzialmente circolare, media, mediamente profonda
• Epicarpo: pruinoso, liscio; lenticelle piccole e poco evidenti
• Invaiatura: tardiva, contemporanea e rapida
• Evoluzione del colore: verde chiaro - viola chiaro - rosso violaceo - viola cupo

Nocciolo

Nocciolo

Nocciolo

• Lunghezza (cm ± E.S.): lunga (1,65 ± 0,17)
• Diametro massimo (cm ± E.S.): largo (0,81 ± 0,14)
• Forma: ellissoidale
• Peso 100 noccioli (g ± E.S.): alto (50,94 ± 3,06)
• Simmetria: asimmetrico
• Posizione del diametro massimo: centrale
• Superficie: molto rugosa
• Solchi fibrovascolari: molto numerosi
• Andamento dei solchi fibrovascolari: longitudinale
• Profondità dei solchi fibrovascolari: medio-elevata
• Forma della base: rastremata
• Forma dell’apice: arrotondata
• Terminazione dell’apice: rostro medio

Altre informazioni

Caratterizzazione molecolare

Caratterizzazione molecolare

Nicolò GM Cultrera, Roberto Mariotti, Vania Sarri, Fiammetta Alagna, Consolacion Guerrero Ruiz, Martina Rossi, Livia Lucentini, Marilena Ceccarelli, Luciana Baldoni. Revealing high levels of variation within olive genes. Plant Genome (inviata alla rivista)

Caratteristiche Chimico Fisiche

CARATTERISTICHE CHIMICHE

Acidi grassi (% ± E.S.)
• Acido palmitico: 11,84 ± 0,71
• Acido palmitoleico: 0,75 ± 0,08
• Acido stearico: 1,87 ± 0,20
• Acido oleico: 77,13 ± 0,93
• Acido linoleico: 6,79 ± 0,45
• Acido linolenico: 0,64 ± 0,17
• Acido arachico: 0,63 ± 0,30

Rapporti tra acidi grassi (n ± E.S.)
• Oleico/palmitico: 6,57 ± 0,46
• Oleico/palmitoleico: 105,23 ± 11,37
• Linoleico/palmitoleico: 0,85 ± 0,21
• Insaturi/saturi: 5,97 ± 0,23

Polifenoli totali (mg/kg ± E.S.): 255,80 ± 55,72
Clorofille totali (ppm ± E.S.): 39,76 ± 11,47

Alcoli (mg/100g ± E.S.)
Alifatici
• C:22: 0,82 ± 0,17
• C:24: 0,55 ± 0,29
• C:26: 0,62 ± 0,14
• C:28: 2,64 ± 2,40
Totale alifatici: 4,64 ± 2,15
Totale alcoli: 28,55 ± 5,98

Triterpenici
• Cicloartenolo: 4,86 ± 1,39
• 24-Metil-cicloartenolo: 15,85 ± 3,37
• Citrostadienolo: 3,19 ± 0,88
Totale triterpenici: 23,91 ± 5,36

Steroli (% ± E.S.)
• Colesterolo: 0,66 ± 0,31
• Colestanolo: 3,12 ± 2,45
• Brassicasterolo: 0,31 ± 0,06
• Campesterolo: 2,17 ± 0,06
• Campestanolo: 0,33 ± 0,03
• Stigmasterolo: 0,35 ± 0,01
• D7-Campesterolo: 1,96 ± 0,34
• Clerosterolo: 1,99 ± 0,20
• ß-Sitosterolo: 70,55 ± 2,53
• Sitostanolo: 1,34 ± 0,68
• D5-Avenasterolo: 15,10 ± 2,09
• D5,24-Stigmastadienolo: 0,94 ± 0,27
• D7-Stigmastenolo:
• D7-Avenasterolo:
• Eritrodiolo:
• Uvaolo:
Area ß-Sitosterolo (% ± E.S.): 89.92 ± 3,71
Rapporto ß-Sitosterolo/D5-Avenasterolo (n ± E.S.): 4,85 ± 0,69
Totale steroli (mg/100g ± E.S.): 145,12 ± 18,21

0,61 ± 0,09
0,56 ± 0,12
2,19 ± 0,82
0,10 ± 0,08

Caratteristiche Organolettiche

CARATTERISTICHE QUALITATIVE DELL’OLIO

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE

• Fruttato: 3
• Dolce: 2

• Amaro: 3
• Piccante: 3
• Colore: giallo con riflessi verdi

• Punteggio panel test: 8,0
• Giudizio panel test:

Olio dal fruttato medio-intenso, di tipo verde. Al gusto inizialmente dolce, con retrogusto amaro e piccante persistente.

Profilo Sensoriale

Clicca qui per ingrandire

Clicca qui per ingrandire

 
GIUDIZIO DI INSIEME SULLA QUALITÀ DELL’OLIO

Il punteggio del saggio organolettico è ottimo; il contenuto in polifenoli e clorofille totali è medio-elevato; il contenuto in acido oleico è elevato ed il rapporto acidi grassi insaturi/saturi è medio; il contenuto in alcoli triterpenici totali è basso; il rapporto ß-Sitosterolo/D5-Avenasterolo è basso.
In generale, le caratteristiche sensoriali e compositive esaminate evidenziano che l’olio è di elevata qualità e presenta i requisiti necessari per essere valorizzato e commercializzato nelle migliori fasce di mercato.

Grafico
Profilo sensoriale eseguito da ICQ-RF – dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agro-alimentari nell’ambito dell’Azione 3.3 del Piano di settore olivicolo oleario

Certificazione Fitosanitaria

Scarica il file allegato

Note

Bibliografia

Varietà di Olivo in Umbria - A.R.U.S.I.A, Istituto Sperimentale per la Olivicoltura e il Dipartimento di Arboricoltura e protezione delle Piante

Scheda descrittiva fornita ai fini dell’iscrizione al Registro varietale dell’Olivo come da Decreto Legislativo 124 del 2010.

Varietà caratterizzata nell'ambito del Piano di settore olivicolo-oleario (Mipaaf)

Torna ai risultati della ricerca