1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Piani di Settore
 

Torna ai risultati della ricerca

Canino

Accessione: BAGNO
Centro di Moltiplicazione:
Provvedimento di iscrizione e data:
Termine di validità dell'iscrizione:
Indicazione di privativa o marchio protetto:
Costitutore: ISOl sez. di Spoleto, ARSIAL Roma
Destinazione Produttiva: Cultivar da olio

Zone di produzione

Lazio: Rieti, Roma, Viterbo

 

Caratteristiche Biologiche ed Agronomiche

Area di diffusione
È una varietà diffusa nell’areale di Canino e nella provincia di Viterbo e, occasionalmente, anche nelle province di Roma e Rieti.
Caratteri produttivi
L’entrata in produzione è mediamente precoce. La drupa ha una forma ovoidale appuntita di piccole dimensioni(g 1 - 1,5). L’inoliazione è tardiva con una resa in olio intermedia. L’invaiatura è tardiva e scalare; il colore dei frutti va dal verde intenso al nero opaco. Elevata è la consistenza della polpa e la resistenza al distacco. Il periodo ottimale di raccolta è intorno alla fine di novembre - inizio dicembre. L’olio è di fruttato armonico, gradevole amaro, piccante e di colore verde.

È una varietà autosterile con produttività elevata e costante. La capacità di radicazione è media. Media è la sensibilità al freddo, mentre bassa alla rogna e alla mosca.È una varietà da olio, adatta per impianti a ridotta densità con forme di allevamento a vaso policonico e a vaso cespugliato.

Resistenza
mosca delle olive: ottima
rogna: buona
occhio di pavone: buona
freddo: media
siccità: elevata

Caratteri Morfologici

Questa cultivar locale (olivastro), rustica ed a portamento assurgente - che, sebbene sporadicamente si trova in altre realtà olivicole dell'Italia centrale, nel comune di Canino ha trovato la maggior diffusione - sviluppa una mole cospicua, raggiungendo in condizioni favorevoli anche i l2-15 m di altezza per un diametro della chioma di 18-20 m; è poco attaccata dalla mosca delle olive, allo Pseudomonas ed alle avversità climatiche, comprese le basse temperature invernali. Non presenta particolari esigenze in fatto di suoli, anche se predilige terreni sciolti e permeabili. Le drupe di colore nero a completa maturazione, piccole e di forma ovoidale, esprimono un elevato rendimento in olio e presentano un'epoca di invaiatura molto tardiva. La produzione, soggetta all 'alternanza, di norma è molto elevata. E' autoincompatibile ed ha epoca di fioritura contemporanea a Crognolo, Fosco, Canino mutato, Carboncella Pianacce A e di Fara Sabina, Itrana Collenero, Moraiolo cuccagna 8 e Reale di Fiano Romano. Produce olio con caratteri qualitativi di pregio per composizione chimica ed organolettica.

Caratteristiche tipiche
A. branca fruttifera con elevata fioritura
B. aspetto e forma delle mignole e delle foglie
C. aspetto e portamento dell'albero
D. branca fruttifera con elevata produzione
E. aspetto e forma delle drupe e dell'endocarpo

Albero

Albero

Albero

Portamento: assurgente
Vigore: molto elevato
Mignolatura: buona
Allegagione: elevata
Cascola dei:
- frutticini (post-allegagione) media
- frutti media lunghezza (mm) 66.10
Produttività: elevata
Alternanza: elevata

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

Ramo fruttifero

Internodi
Portamento: pendulo
Lunghezza: 22,50

Foglia

Foglia

Foglia

Lunghezza (mm): 66.10
Larghezza (mm): 13.74
Rapporto lung/larg: 4.81

Infiorescenza

Infiorescenza

Infiorescenza

Struttura: media
Lunghezza(mm): 33.10
Larghezza (mm): 16.4
Numero fiori: 19.20

Drupa

Drupa

Drupa

Lunghezza (mm): 14,1
Diametro massimo (mm): 9.8
Forma: ovoidale
Peso 100 drupe (g): 83.0
Simmetria: leggermente asimmetrica
Posizione diametro massimo: centrale
Forma dell'apice: arrotondata
Forma della base: arrotondata
Cavità peduncolare: tonda, mediamente profonda
Epicarpo: leggermente pruinoso
Invaiatura: tardiva
Andamento dell'invaiatura: lenta e scalare
Consistenza polpa: elevata
Evoluzione consistenza polpa: in progressiva diminuzione
F polare (mm): 16.70
F trasversale(mm): 12.44
rapporto polare/trasversale: 1. 34
rapporto polpa/nocciolo: medio
resa in olio: alta (20,1 su fresco)
Epoca di massima inolizione: tardiva
cascola: scarsa e tardiva
peso unitario(g): 1.49
sarcocarpo (%): 80.29
rapporto sarcoc/endoc.: 4.07
resa in olio (ee/ss%): 43.00

Altre informazioni


Caratterizzazione genetico molecolare

Nicolò GM Cultrera, Roberto Mariotti, Vania Sarri, Fiammetta Alagna, Consolacion Guerrero Ruiz, Martina Rossi, Livia Lucentini, Marilena Ceccarelli, Luciana Baldoni. Revealing high levels of variation within olive genes. Plant Genome (inviata alla rivista)

Caratteristiche Chimico Fisiche

Composizione acidica
Acido palmitico: 12.80
Acido stearico: 2.18
Acido oleico: 74.47
Acido linoleico: 7.44
Acido linolenico: 1.05
Acido arachico: 0.55
Acido beenico: 0.10
Insaturi/saturi: 5.38
Oleico/palmitico: 5.82
Oleico/linoleico: 10.01

Frazione sterolica
Colesterolo: 0.25
Campesterolo: 0.43
Campestanolo: 0.43
Stigmasterolo: 1.16
Alfa5 - 23 Stigmastadeniolo: 1.28
Beta-sitosterolo: 85.65
Alfa-5-avenasterolo: 6.49
Alfa-7-stigmastenolo: 0.14
Alfa-7-avenasterolo: 0.23
Area B-sitosterolo: 94.32

Parametri merceologici
Acidità %: 0,31
N° diperossidi meq O2/kg: 6,8
Polifenoli totali mg/kg: 280

Caratteristiche Organolettiche

Sugli oli estratti da olive aventi indice di pigmentazione pari a 0.85, il contenuto in ac. oleico ed il rapporto ac. grassi insaturi/saturi risulta medio-elevato, mentre il contenuto in polifenoli totali è medio-alto; ottima le risulta anche il contenuto di ac. palmitico (12.8%) e medio il linoleico (7.44%). Il rapporto Beta-sitosterolo e Alfa 5-avenasterolo è elevato.
L'olio fruttato, di colore verde, al gusto risulta equilibrato con sensazioni buone di amaro e piccante.
Risultati al panel: Fruttato di oliva 3; amaro 2; piccante 2; erba 1.
Punteggio ottenuto 7.5 ±O.5

Profilo Sensoriale

Clicca qui per ingrandire

Clicca qui per ingrandire

 
-

Note

Bibliografia

PERCORSI DI QUALITÀ E DI RECUPERO PER L’OLIVICOLTURA DEL LAZIO.
A.C.O. - Associazione Cooperativa Olivicola.

Catalogo delle principali varietà di olivo selezionate del Lazio.
Unione europea - Regione Lazio - Assessorato all'agricoltura - ARSIAL - Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'agricoltura del Lazio - Isol - Istituto Sperimentale per l’Olivicoltura Sezione di Spoleto.

Varietà ed ecotipi del Lazio - Regione Lazio - Assessorato all'agricoltura - ARSIAL - Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'agricoltura del Lazio - CRA - OLI di Spoleto

Varietà caratterizzata nell'ambito del Piano di settore olivicolo-oleario (Mipaaf)

Torna ai risultati della ricerca